Bonus Mamma i requisiti per accedere 

Bonus Mamma è una delle novità contenute nella legge di stabilità 2017. Si tratta di un bonus di 800 euro, rivolto a chi sarà mamma nel 2017.

Viene corrisposto in seguito ad una specifica domanda presentata dalla futura e può essere richiesto al compimento del settimo mese di gravidanza o all’atto dell’adozione o affidamento.

Viene dato a prescindere dal numero di bambini nati, adottati o affidati contestualmente.

Nella circolare 39/2017 l’Inps ha indicato requisiti e la documentazione necessaria per beneficiare del contributo, in attesa di ulteriori indicazioni per farne richiesta.

Il premio alla natalità (o bonus mamma domani):

– vale solo per gestanti al 7 mese, partorienti o madri che adottano ESCLUSIVAMENTE nell’anno 2017;

– è di 800 euro in un’unica soluzione

– se si fa domanda al 7 mese bisogna allegare certificato del medico specialista del servizio sanitario nazionale (no privato)

– se si è già partorito quando verrà pubblicata la procedura, sarà necessario autocertifcare la data del parto e i dati del bambino.
Possono usufruirne solo:
– le residenti in Italia;

– oppure le cittadine italiane o comunitarie o le cittadine non comunitarie in possesso dello status di rifugiato politico e protezione sussidiaria;

– oppure le cittadine non comunitarie con permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo.

Il Bonus Mamma è una delle novità contenute nella legge di stabilità 2017. Si tratta di un bonus di 800 euro, rivolto a chi sarà mamma nel 2017.

Come viene corrisposto il bonus mamma

Viene corrisposto in seguito ad una specifica domanda presentata dalla futura e può essere richiesto al compimento del settimo mese di gravidanza o all’atto dell’adozione o affidamento.

può essere concesso esclusivamente se dal 1° gennaio 2017 si è verificato uno dei seguenti eventi:

– compimento del 7° mese di gravidanza;

– parto (anche se avvenuto prima dell’8° mese di gravidanza);

– adozione del minore, nazionale o internazionale;

– affidamento preadottivo nazionale o affidamento preadottivo internazionale.
Per richiederlo e presentare domanda non sarà necessario presentare il modello Isee 2017 , in quanto non è legato ad alcun limite di reddito familiare.

Per la presentazione delle domande ed ulteriori dettagli, sarà necessario attendere un provvedimento specifico dell’INPS.

Leggi le ultime notizie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *